Fibromialgia

QUESITO

Buongiorno,
Volevo raccontare in breve la mia storia.
Sono una ragazza di 26 anni e ho iniziato da questa estate con vertigini e giramenti di testa, mi sentivo la testa pesante e sentivo come se mi prendesse fuoco...Il mio dottore mi ha fatto fare una visita neurologica con Risonanza magnetica: ESITO NEGATIVO.

Pochi mesi dopo ho iniziato ad avere formicolii in parti del corpo tipo: piedi, ginocchi, mani, testa...punture di spilli in tutto il corpo...con prurito, fitte muscolari a volte anche dolorose, inoltre sento ormai da circa un mese come se avessi una cintura stretta sotto il seno...solamente sulla parte sinistra del corpo, (non tutti i giorni..sembra che a volte se ne va...e poi torna la sensazione)!

Il dottore mi ha fatto fare anche le analisi del sangue...: ANALISI PERFETTE!

La risposta del mio dottore e' stata che visto che sono una persona molto ansiosa...tutto quello che sento e' dato dalla mia ansia...posso crederci in parte...ma i miei sintomi continuano ad esserci anche se non tutti i giorni allo stesso modo! Mi sento sempre stanca...la notte mi sveglio da sola minimo 2 volte...Sono preoccupata...perche' pensavo a mille malattie terribili...

Il mio dottore mi tranquillizza dicendomi che ho fatto tutte le analisi possibili...oltre alla risonanza negativa e alle analisi perfette...ho fatto anche un elettrocardiogramma e un’elettromiografia...tutto apposto!!!! non c'e' niente!!!

Non so piu' dove sbattere la testa e anche i miei genitori...non sanno piu' come tranquillizzarmi!!!!

Sto facendo per adesso una cura omeopatica...e a fine mese devo tornare per vedere se continuare oppure no!!!

Di cose ce ne sarebbero altre...ma per adesso attendo una vostra risposta...Grazie per l'attenzione...Attendo una vostra risposta...Grazie

Lettera firmata

RISPOSTA

Cara ***,
I tuoi sintomi ricordano quelli della Fibromialgia e della Sindrome della Fatica Cronica, disturbi funzionali senza evidente danno organico, ma che possono essere assai invalidanti. Il trattamento di queste forme può presentare qualche difficoltà, ma con una approfondita conoscenza del paziente in genere si riescono ad ottenere risultati terapeutici soddisfacenti.

Cordiali saluti.

Prof. Flavio Fantini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

(Spamcheck Enabled)